Micro case, tra lusso e necessità

Si sta parlando molto delle micro case e di come vivere in spazi piccolissimi, inferiori a 40 metri quadrati, stia tornando di moda, non solo per necessità ma anche in quanto simbolo di uno stile di vita dedito all’essenzialità e al rispetto dell’ambiente. Ne ha parlato anche Sette, il settimanale del Corriere della Sera, sulle cui pagine è stato pubblicato un approfondimento a firma di Chiara Severgnini dedicato a questo trend.

Attività commerciali in vendita: palestre e ristoranti sempre più richiesti

L’ultimo decennio, soprattutto a causa della crisi economica, ha portato grandi cambiamenti su molti fronti, compreso quello delle attività commerciali, il cui panorama in Italia è stato completamente ridisegnato. I piccoli esercizi hanno sofferto la concorrenza della grande distribuzione e alcuni di loro si sono praticamente estinti. Immobiliare.it ha deciso di fare il punto sul mercato delle licenze, scoprendo dall’analisi degli annunci pubblicati sul sito quali sono le più richieste e quali quelle in maggiore sofferenza, che vengono quindi svendute dai loro proprietari.

Mutui e prestiti: il settore torna in salute

Dall’ultimo Osservatorio Assofin – Crif – Prometeia è emerso che il 2016 è stato un vero e proprio anno d’oro per i mutui, complici offerte sempre più favorevoli, una maggiore fiducia dei consumatori, migliori condizioni del mercato immobiliare residenziale e tassi di interesse sensibilmente più bassi. I finanziamenti con obiettivo l’acquisto di un’abitazione, in un anno, sono cresciuti del 31,7% e hanno continuato ad aumentare anche nei primi tre mesi del 2017, seppure a ritmi più lenti (+25,8% su base annua).

Google compra alloggi modulari per i dipendenti

Dalla fine del 2009, con il boom dei giganti high tech della zona, i costi degli affitti a San Francisco e nella Silicon Valley sono praticamente raddoppiati, segnando un aumento del 98%. Questo si è trasformato in un grande problema per le aziende con sede nell’area, a causa di prezzi ormai insostenibili per gli alloggi da parte dei loro dipendenti.

Aumenta il potere d’acquisto di immobili

Sul dorso economico del Corriere della Sera è stato pubblicato un interessante studio sul potere d’acquisto delle famiglie italiane, che riescono a comprare casa in modo più agile rispetto a cinque anni fa. Per l’ottava rilevazione consecutiva, anche nel primo trimestre 2017 si è registrato un aumento delle compravendite pari all’8,6%: considerando che, come dicevamo qui, l’incidenza delle seconde case e degli investimenti è ormai molto bassa, questo incremento rivela come le famiglie siano tornate a comprare la prima casa.

Agriturismi sempre più gettonati, anche in estate

La crescente attenzione verso le tematiche ambientali e il rispetto della natura, anche quando si va in vacanza, è uno dei motivi del successo delle strutture agrituristiche. Un tempo prettamente gettonate durante la primavera e dalle famiglie con bambini in fuga dalla città, oggi questo settore si sta destagionalizzando e le richieste aumentano anche durante l’estate. Secondo una recente analisi di Agriturismo.it, rispetto al 2016, si è registrato un boom del 30% per le strutture agrituristiche a un passo dal mare.

Ristrutturare l’immobile ne accresce il valore fino al 19%

Proprio di recente Immobiliare.it ha svolto un’analisi sui Millennials scoprendo come si tratti di un target molto interessante per il mercato immobiliare, ma poco sfruttato a causa dell’età degli immobili italiani e del loro essere trascurati. Ristrutturare, però, non è solo la soluzione per attirare maggiormente questo pubblico, ma consente anche di aumentare il valore dell’immobile: lo sostiene uno studio realizzato in questi giorni da Immobiliare.it e ProntoPro.it.

Rinnovabili: l’Italia è un Paese virtuoso

In Italia siamo sempre più prosumer: così si definiscono i cittadini che non sono solo consumatori, ma anche produttori, in questo caso di energia elettrica. Dall’ultimo rapporto di Legambiente, Rapporto Comuni Rinnovabili 2017, emerge come nel 2016, seppur a ritmi più lenti, si prosegue con l’installazione di impianti di energia pulita nelle case e nelle aziende italiane. In totale sono stati installati 396 mw di fotovoltaico, 513 mw di bioenergie, 282 mw di eolico, 140 mw di geotermico, 346 di mini idroelettrico. In totale l’Italia copre il 34,3% dei consumi di energia elettrica attraverso l’uso di fonti sostenibili.

Per dormire meglio… ci vuole un fiore

Il sentire comune suggerisce di non tenere piante in camera da letto, poiché a causa della fotosintesi clorofilliana durante la notte rilasciano anidride carbonica. Ma non è sempre così, o meglio esistono fiori e specie di piante che invece conciliano il sonno e aiutano a combattere i disturbi notturni. La sezione femminile del sito di Repubblica suggerisce tredici tipologie di vegetali da tenere in camera da letto.

Trump vende casa alle Antille

Credits: Sotheby's International Realty

Pagina 1 di 1.71212345...101520...Ultima »



.