Bolletta luce non pagata, tutto quello che c’è da sapere

A partire da quest’anno la bolletta della luce ha alcune novità: da quanti arretrati può chiedere il fornitore a cosa succede in caso di scoperto. Ecco quanto disposto.

Arretrati

La legge di Bilancio 2018 ha portato a due anni la prescrizione della bolletta della luce. Questo significa che il fornitore potrà chiedere solo gli arretrati degli ultimi 24 mesi e non oltre. Resta ferma la possibilità di interrompere la prescrizione, facendola decorrere nuovamente da capo, con una raccomandata a.r. che diffida l’utente al pagamento dello scoperto. La stessa novità riguarda anche le bollette dell’acqua e del gas; restano fuori solo le bollette del telefono per le quali la prescrizione resta ferma a cinque anni.

Contributo a copertura degli scoperti

Per cercare di far fronte al problema dei morosi, l’Autorità dell’Energia ha autorizzato l’inserimento di una nuova voce sulle bollette: un contributo che pagheranno tutte le famiglie italiane a copertura degli scoperti lasciati dai morosi.

0 commenti ↓

Non ci sono ancora commenti ... esprimi la tua opinione compilando il modulo qui sotto.

Scrivi un Commento

Pagina 1 di 1.90212345...101520...Ultima »



.