Rottamazione bis pagamenti, come funziona il servizio online “ContiTu”

L’Agenzia delle Entrate-Riscossione ha lanciato un nuovo servizio web per i pagamenti delle somme dovute con la cosiddetta rottamazione bis delle cartelle esattoriali. Si tratta di “ContiTu”, il servizio online che consente di scegliere di “rottamare” solo alcune delle cartelle e degli avvisi indicati nella comunicazione formale inviata agli interessati entro il 30 giugno.

I servizi web lanciati dall’Agenzia delle Entrate-Riscossione hanno l’obiettivo di semplificare le procedure della cosiddetta rottamazione bis delle cartelle. Grazie a tali servizi, i contribuenti possono richiedere una copia della comunicazione nell’area pubblica del portale, senza la necessità di pin e password, mentre nell’area riservata possono scaricare direttamente la comunicazione.

L’Agenzia ha spiegato che si tratta di un servizio che risulterà particolarmente utile a coloro che, per diversi motivi (vacanze, notifica postale non andata a buon fine, smarrimento della risposta inviata) non sono entrati in possesso della comunicazione originaria, in questo modo sarà loro possibile utilizzare la copia coi relativi bollettini Rav e procedere a pagare nei termini previsti dalla legge.

Ecco come funziona il servizio “ContiTu”

E’ necessario compilare il form disponibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate-Riscossione e inserire uno alla volta i numeri progressivi di tutte le cartelle/avvisi/carichi che si intende pagare e cliccare su “Inserisci”. Una volta completati tutti gli inserimenti, è necessario cliccare su “Verifica” per proseguire.

Il servizio calcola l’importo di ciascuna rata e anche il totale. Il numero delle rate rimane quello indicato nella richiesta di adesione alla definizione agevolata presentata dal contribuente.

Dopo aver indicato il numero progressivo delle cartelle/avvisi/carichi che si intendono pagare e confermata la scelta, l’Agenzia delle Entrate-Riscossione invierà i nuovi bollettini Rav con cui potrà essere effettuato il pagamento.

Il termine per pagare la prima rata è:

  • 31 luglio 2018 per i carichi affidati nel 2017;

  • 31 ottobre 2018 per i carichi affidati dal 2000 al 2016.

0 commenti ↓

Non ci sono ancora commenti ... esprimi la tua opinione compilando il modulo qui sotto.

Scrivi un Commento

Pagina 1 di 1.93912345...101520...Ultima »



.