Mutui a tasso negativo, il caso della Danimarca

Copenhagen, Danimarca / Gtres

Copenhagen, Danimarca / Gtres

Rimborsare un mutuo inferiore a quello richiesto? In Danimarca è possibile: i mutui casa hanno tassi negativi.

Nel Paese del Nord Europa, parte dell’Unione Europea ma non dell’Eurozona, la banca centrale locale ha fissato tassi di interesse allo 0,05%. I tassi sui mutui a tasso fisso trentennali in media sono dello 0,5%, quindi molto bassi; ma cominciano addirittura a spuntare banche che offrono mutui decennali al tasso fisso del -0,5%. Si tratta in particolare della Jyske Bank. Ma anche la sede danese della finlandese Nordea Bank proporrà un mutuo a tasso fisso ventennale a interessi zero, valutando l’erogazione di prestiti a trent’anni a tasso negativo.

Secondo Milano Finanza, un mutuo decennale da 1 milione di euro ad un tasso fisso del -0,5% implica la restituzione di 995 mila euro. Il che significa che a conti fatti chi compra casa finisce pure per guadagnarci (al netto di costi e commissioni, s’intende). Una nuova opportunità per i proprietari di casa, ha osservato il direttore mutui della Jyske Bank alla tv danese.

Una situazione del genere, nota invece Lise Nytoft Bergmann, capo analista di Nordea in Danimarca, significa che le banche preferiscono assumersi una piccola perdita piuttosto che il rischio di applicare tassi più alti e non vederseli rimborsati. Il che non si capisce se vada letto alla luce di una grande fiducia nel presente o di una grande sfiducia nel futuro.

Sta di fatto che la Danimarca è tra i Paesi che hanno visto un grande aumento dei prezzi dell’immobiliare e che una simile politica sui mutui potrebbe alimentare la domanda facendone salire ancor più l’effetto sulle quotazioni. Il rischio bolla, come sempre, non è scontato ma il fenomeno è da tenere sotto osservazione.

0 commenti ↓

Non ci sono ancora commenti ... esprimi la tua opinione compilando il modulo qui sotto.

Scrivi un Commento

Pagina 1 di 2.24012345...101520...Ultima »



.