Italia al quinto posto per i costi di compravendita di immobili

compravendita ocse Tra i Paesi industrializzati, l’Italia si colloca al quinto posto per costi di compravendita di un‘abitazione. Posta subito dietro al Belgio (primo nella classifica), Francia, Grecia e Austria , l’Italia tra imposte di registro, spese notarili, percentuali dovute alle agenzie immobiliari “chiede” sul valore totale della proprietà un dodici per cento di tasse, due terzi delle quali a carico totale dell’acquirente. Tra gli effetti negativi più immediati di una tale situazione affermano dall’Ocse c’è il rallentamento della mobilità residenziale e di conseguenza della mobilità lavorativa fattori che frenano la ripresa economica già avviata in altri paesi. Tra le soluzioni consigliate: un ammorbidimento delle normative sugli affitti, un maggiore accesso al credito, e per ultima una tassa sulla casa occupata dai proprietari al fine “di evitare tasse che favoriscono la proprietà di case perché possono portare ad eccessivi investimenti nel residenziale a scapito di investimenti più produttivi”.

consumi, abbiamo mangiato davvero meno nel 2010?

auto, abbigliamento, computer e tv. su cosa hanno risparmiato gli italiani l’anno scorso? a dircelo è l’analisi di confcommercio sull’andamento dei consumi: se di cambiare l’auto non se n’è parlato proprio, neanche ai regali di natale è andata una grossa cifra. manca la fiducia in una svolta alla crisi economica all’orizzonte

finalmente una buona notizia: crolla la cassa integrazione

dopo mesi di cattive notizie sull’occupazione, ne arriva una buona: la cassa integrazione è crollata nel mese di gennaio, segno che la produzione delle imprese riparte. la cig è scesa infatti del 30% rispetto a dicembre e del 25,5% rispetto ad un anno fa

con la tv volano i prezzi degli immobili

è una moda che si sta diffonfendo in tutto il mondo quella dei programmi tv che rifanno il look di qualsiasi cosa. o, nel caso specifico, di qualsiasi casa, anche di una catapecchia. ovviamente dopo il restiling l’immobili acquistano tutt’altro valore. ecco che la tv cambia il mercato immobiliare

la casa del week end: un casolare del xvii secolo sulle colline toscane (firenze)

anche questo venerdì idealista news vi presenta la casa del week end. questa volta siamo andati a linari, in provincia di firenze, dove troviamo un casolare del diciassettesimo secolo, sulle colline che separano la capitale toscana da siena. vieni a fare un giro fotografico con noi

confedilizia vede prezzi in aumento. con l’incognita della patrimoniale

la confedilizia ritiene che nel 2011 si consoliderà la ripresa registrata, dopo anni di prezzi in calo, nell’ultima parte del 2010. ripresa prevista dal borsino confedilizia l’anno scorso e che si è concretizzata in aumenti dell’1-1,5% nelle grandi città, in un periodo che ha visto crescere anche il numero delle compravendite. ecco dove sono cresciute le compravendite

federalismo: è pareggio. testo respinto, niente riforma immobiliare

finisce 15 a 15, pari. è questo il risultato sul provvedimento di automomia fiscale dei comuni votato oggi nella commissione per l’attuazione del federalismo. la lega tenta di votare per parti separate i pareri al provvedimento sul federalismo municipale in esame alla bicamerale: il tentativo è stato tuttavia bocciato dalle opposizione

programma real estate refresh

per conoscere meglio il mercato romano, le sue prospettive, i limiti e le potenzialità, vi invitiamo al workshop real estate refresh, per tornare a crescere con il web

Cresce il numero di turisti che soggiorna nelle seconde case

seconde-casePortofino In base agli ultimi dati forniti dall’Osservatorio nazionale su un’analisi condotta da Unioncamere Isnart emerge che nell’anno passato in Italia su 860 milioni di pernottamenti, la grande maggioranza, 500 milioni, sono di persone che hanno deciso di soggiornare in seconde case. Nel conteggio sono incluse anche le seconde case date in affitto a turisti che risparmiano in media 30 euro al giorno (33 euro il costo emdio al giorno di una casa in affitto a persona contro i 56 euro per un altro tipo di alloggio). L’impatto economico totale del flusso di turisti nelle seconde case è pari a 27 miliardi contro i 48 di chi decide di alloggiare in una struttura. Tra le regioni preferite da chi decide di soggiornare in una seconda casa spiccano la Liguria, il Piemonte, la Lombardia, il Lazio, l’Abruzzo e la Sicilia.

a volte ritornano: berlusconi riesuma il piano casa

in un’intervista al tg1 il presidente del consiglio berlusconi ha richiamato la necessità di dare una scossa all’economia italiana. per l’occasione rispolvera il piano casa, uno dei cavalli di battaglia della campagna elettorale del 2008. siamo nel 2011, ricorda il corriere della sera, e il piano casa è stato annunciato per ben quattro volte

Pagina 1 di 1.96012345...101520...Ultima »



.